Conservazione
staminali da cordone

Come conserviamo

conservazione staminali da cordone

Tutte le procedure hanno luogo in un laboratorio nelle norme costruito per rispettare gli standard più avanzati, evoluti e rigorosi.

Tutti i campioni di tessuto vengono trattati attraverso un controllo rigoroso,in un ambiente sicuro e protetto. Il sangue del cordone ombelicale e il tessuto sono sottoposti ad una serie di test. Questi includono dei test atti a verificare che i campioni non siano contaminati da batteri.

conservazione staminali da cordoneLa crioconservazione avviene nei migliori frigoriferi criogenici per uso medico, dotati di tutte le omologazioni e le misure di sicurezza esistenti, capaci di funzionare per giorni senza alcuna alimentazione elettrica o in condizione di forte stress. La sicurezza è trattata con grande cura e l’accesso è limitato.

La crioconservazione avviene nei migliori frigoriferi criogenici per uso medico, dotati di tutte le omologazioni e le misure di sicurezza esistenti, capaci di funzionare per giorni senza alcuna alimentazione elettrica o in condizione di forte stress. La sicurezza è trattata con grande cura e l’accesso è limitato.

Modalità di processamento

  1. conservazione staminali da cordoneIl campione viene preparato per l’elaborazione nella camera bianca. Nella camera bianca il campione viene pesato, sottoposto a centrifugazione che ne riduce il volume, per rimuovere i globuli rossi e il plasma e il campione del prodotto finale è utilizzato per i test microbiologici. Al campione, poi trasferito nel sacchetto per il congelamento, si aggiunge un crioprotettore per avere la sicurezza che le cellule siano protette durante il processo di congelamento.
  2.  Il sacchetto dove le cellule sono conservate è etichettato con un codice a barre che contiene il numero unico di riferimento dei campioni. Il sacchetto viene quindi trasferito in un contenitore anch’esso etichettato con un codice a barre. Il contenitore è chiuso con un sigillo di garanzia e poi trasferito fuori dalla camera bianca dove si procede al congelamento controllato.
  3. Il campione viene poi trasferito in un serbatoio di conservazione e depositato  in vapori di azoto liquido a -180 °.
  4. La temperatura viene controllata e monitorata per 24 ore, 7 giorni su 7 da personale specializzato e con sistemi automatizzati.
  5. Su tutti i campioni saranno eseguite le seguenti analisi e i risultati vi verranno comunicati: I. Conteggio totale delle cellule nucleate.II. Conteggio delle cellule CD34 +III . VitalitàIV. Microbiologia
  6. Verranno fatte inoltre delle verifiche su un campione di sangue materno per il successivo marcatore obbligatorio:I. HIV I & IIII . Epatite BIII . Epatite CIV . SifilideV . HTLV I & II.

conservazione staminali da cordone

Procedure di conservazione

Durante il trasporto il campione è conservato a temperatura ambiente.
• Ritirato entro 24 ore.
• Congelato entro 48 ore.
Non dichiarare procedure che durante il trasporto potrebbero non risultare veritiere.