Domande
e risposte

Informare i genitori e far chiarezza è per SafeCord fondamentale.
Queste le risposte ad alcune delle vostre domande più frequenti:

Si possono conservare le cellule staminali anche se si partorisce con un parto cesareo?

Certo.

Approfondisci

Informare i genitori e far chiarezza è per SafeCord fondamentale. Queste le risposte ad alcune delle vostre domande più frequenti:

Si possono conservare le cellule anche se si è partorito prima del termine?

Non sempre.

Approfondisci

Informare i genitori e far chiarezza è per SafeCord fondamentale. Queste le risposte ad alcune delle vostre domande più frequenti

Oltre al costo iniziale ci sarà un canone annuale?

No.

Approfondisci

SafeCord non chiede ulteriori canoni annuali o costi aggiuntivi. Il costo è chiaro e trasparente e l’unico da dover corrispondere.

Il quantitativo di cellule prelevate consente più utilizzi?

Dipende.

Approfondisci

Il campione delle cellule staminali è conservato in una sacca composta da due parti. Il quantitativo necessario per l’ utilizzo lo stabilirà il medico su basi cliniche/oggettive.

Perché dovrei conservare le cellule staminali del sangue cordonale?

Il parto è un’occasione unica e irripetibile.

Approfondisci

Decidendo di conservare, metterai in sicurezza una riserva di salute inestimabile, ad oggi già utili per oltre 70 patologie legate al sangue (leucemia, linfomi e mielomi).

Esistono evidenze scientifiche di utilizzo?

Certo.

Approfondisci

 Sono oltre un milione i trapianti effettuati con l’utilizzo delle cellule staminali ematopoietiche (contenute nel midollo osseo e sangue del cordone ombelicale) e il 53% dei trapianti avviene con le cellule staminali proprie. Il mondo scientifico continua a produrre risultati significativi che avvalorano l’importanza di queste cellule.

Possono essere utilizzate anche per i componenti della famiglia?

Si.

Approfondisci

Il campione di cellule staminali può essere utilizzato direttamente dal bimbo in quanto compatibile al 100% ma anche dal suo nucleo familiare  (mamma, papà, fratelli di sangue), previa analisi di compatibilità.

La quantità di cellule staminali è sufficiente per trattare un adulto?

In parte.

Approfondisci

Sulla base delle indicazioni attuali le cellule staminali conservate possono essere utilizzate in modalità terapeutiche integrative.

Perché dovrei preoccuparmi di conservare alla nascita le cellule staminali del mio bambino se gli scienziati possono creare le cellule staminali pluripotenti in Laboratorio?

Creare in Laboratorio le cellule staminali pluripotenti indotte (iPS) è ancora agli esordi.

Approfondisci

 In futuro sarà possibile utilizzare le iPS per lo sviluppo di medicinali ‘mirati’ per trattare e combattere alcune malattie specifiche. Tuttavia, il processo richiede ancora del tempo, quindi le iPS, se pure interessanti, non possono essere ancora considerate un’alternativa alla terapia cellulare.

Il Laboratorio è chiuso nei giorni festivi?

No.

Approfondisci

Il Laboratorio è operativo 365 giorni l’anno al fine di garantire la corretta conservazione del campione nel minor tempo possibile.

Siamo aperti dal Lunedi al Sabato (non di Domenica ) e chiuso il giorno di Natale , Capodanno e Domenica di Pasqua.

Alcuni ospedali sostengono che le cellule staminali non potranno mai essere utilizzate se conservate in biobanche private, è vero?

Falso.

 

Approfondisci

I mezzi che UKPSS usa ha realizzato il più alto numero di campioni conservati privatamente nel regno unito.

Alcuni sono poi stati usati per trattare quel ragazzo, altri per trattare i consanguinei. Alcuni dei campioni in studi clinici per trattare patologie come la paralisi cerebrale.

Il prelievo di sangue e tessuto cordonale può essere eseguito in tutti gli ospedali?

Dipende.

Approfondisci

 Il prelievo di sangue per la conservazione privata si può eseguire in tutti gli ospedali pubblici e privati d’Italia. Mentre non tutte le strutture sanitarie rilasciano l’autorizzazione per la conservazione anche del tessuto cordonale.

Trascorsi i 25 anni, cosa succede?

Si potrà continuare a conservare.

Approfondisci

SafeCord alla scadenza dei 25 anni contrattuali prevede che con un costo minimo di poche decine d’euro all’anno si potrà continuare a conservare.

La raccolta del sangue del cordone ombelicale è totalmente sicura per la mamma e/o il bambino?

Certo.

Approfondisci

Si tratta di una procedura totalmente indolore e non invasiva sia per la mamma che per il bambino. La raccolta delle cellule staminali da sangue cordonale avviene dopo la nascita del bambino e prima dell’espulsione della placenta. Il prelievo viene eseguito da personale altamente qualificato.

Le proprie cellule staminali possono essere utilizzate anche laddove la malattia che si volesse trattare fosse di natura genetica?

Se il bambino avesse una malattia genetica, le cellule staminali riporterebbero il medesimo difetto genetico.

Approfondisci

Nel caso in cui le cellule staminali autologhe (proprie della persona) non potessero essere utilizzate, il sangue cordonale di un fratello sarebbe la migliore opzione.

Cosa succede se ho poche cellule da conservare?

Quando il campione arriva nel Laboratorio SafeCord, viene analizzato e processato.

Approfondisci

Qualora si verificasse una conta cellualre insufficiente per un trapianto, rispetto agli standard ad oggi richiesti, sarete immediatamente contattati dagli uffici SafeCord e deciderete in totale libertà se continuare o meno a conservare.

Devo informare l’ospedale che ho deciso di conservare le cellule staminali del cordone ombelicale?

Vero.

Approfondisci

La mamma deve effettuare un prelievo del sangue periferico nell’ultimo mese di gravidanza e richiedere l’autorizzazione presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale in cui si è scelto di partorire, quindi informarla dell’intenzione. SafeCord ti seguirà durante tutto il percorso.

Conservare il sangue intero o il sangue processato è la stessa cosa?

Falso.

Approfondisci

Il sangue processato offre una maggiore garanzia di utilizzabilità delle cellule staminali. Per sangue processato s’intende il sangue ridotto di volume, ossia in cui sono state rimosse parti che non hanno utilità durante il trapianto, in modo particolare si tratta di eliminare i globuli rossi (eritrociti) e la parte liquida del sangue (plasma). Questa riduzione di volume è fortemente consigliata dagli standard internazionali perché porta numerosi vantaggi.

Se dovessi avere bisogno del campione di cellule staminali che ho conservato presso la vostra biobanca, cosa fa SafeCord?

SafeCord si occupererà di far consegnare il campione direttamente presso il centro dove si è deciso di effettuareil trapianto.

Approfondisci

La riconsegna è ovviamente gratuita.

Se il giorno del parto non fosse possibile effettuare il prelievo o lasciassi a casa il kit?

Non dovrete pagare il saldo, ma il costo del kit non vi verrà rimborsato.

Approfondisci

Trattandosi di un presidio medico chirurgico non può essere riutilizzato anche se perfettamente integro.